HOME :. foveaverona .: HOME

OCCHIO AL VIAGRA!!! ALTERAZIONI VISIVE DA INIBITORI SELETTIVI DELLA FOSFODIESTERASI TIPO 5
(contributo del dott. I. Sfragara)

Il 27 maggio 2005 la Food and Drug Administration (FDA) ha dichiarato di aver ricevuto più di 40 segnalazioni di un particolare tipo di cecità [neuropatia ottica anteriore ischemica non arteritica (NAION)] verificatasi in uomini che hanno assunto farmaci per l'impotenza.
In particolare ci sono state 38 segnalazioni associate a sildenafil (Viagra), 4 a tadalafil (Cialis), ed 1 a vardenafil (Levitra).
La portavoce dell'FDA, Susan Cruzan, ha dichiarato quanto segue:
"L'FDA è consapevole di queste segnalazioni, ma non ha accertato se esiste una relazione causa - effetto dovuta all'uso di Viagra.... Stiamo lavorando con l'azienda farmaceutica per fornire informazioni sicure ai medici e ai pazienti". Susan Cruzan ha aggiunto anche che la NAION non è una patologia infrequente nella fascia di età dei pazienti che assumono farmaci per l'impotenza e che sono affetti da patologie quali quelle cardiovascolari e diabete. Inoltre tale patologia si può manifestare anche in pazienti che non hanno assunto questo tipo di farmaci.
L'FDA sta continuando a monitorare la situazione e raccomanda ai pazienti di discutere con il proprio medico i problemi specifici. Inoltre, si sta prendendo in considerazione un possibile aggiornamento dei foglietti illustrativi di tali farmaci.
Il foglietto illustrativo del Viagra attualmente riporta, tra gli effetti avversi più frequenti, cefalea, vampate al volto e disturbi gastrici, mentre le reazioni meno comuni includono visione offuscata o bluastra e sensibilità alla luce, che durano per brevi intervalli di tempo.

Revisione della letteratura
Il primo caso clinico riportato in letteratura risale al marzo 2000, cui ne sono seguiti altri nel 2002. Di recente è inoltre stata pubblicata una case-series di 7 pazienti con neuropatia ottica anteriore ischemica non arteritica associata ad assunzione di sildenafil. Sei di questi pazienti hanno perso la vista entro 24 ore dall'assunzione. L'esito della reazione variava dal ripristino della normale acuità visiva fino alla sola percezione della luce. In un paziente l'ischemia è stata bilaterale.
Un altro lavoro pubblicato nel febbraio 2005 riporta un altro caso clinico relativo a neuropatia monolaterale ischemica da sildenafil.
Anche per il tadalafil sono stati pubblicati 2 case report, con caratteristiche simili.
Tutti i soggetti della case-series erano affetti da ipertensione, diabete, ipercolesterolemia o iperlipidemia, tutti fattori di rischio aterosclerotici (gli stessi dell'insufficienza erettile), che gli autori indicano come predisponenti alla NAION durante assunzione di sildenafil.